VDSL

VDSL è l'acronimo di Very High Speed DSL e non è altro che una tecnologia DSL in grado di superare i 24 Mbit/s tipici della connessione asimmetrica più utilizzata, vale a dire l'ADSL. La banda ultralarga, quindi, non può essere raggiunta solo con la fibra ottica ma anche con la VDSL, intervenendo direttamente sulla centralina e non sull'intera infrastruttura, con costi più modesti per gli operatori telefonici. La VDSL, infatti, sfrutta il classico doppino in rame per garantire l'accesso a connessioni ultraveloci e permette di utilizzare contemporaneamente Internet e linea telefonica, visto trasmette sia il traffico dati sia il traffico voce.

A differenza dell'ADSL, che sfrutta la banda dai 0,14 ai 2,2 MHz per far viaggiare i dati, la VDSL sfrutta la banda che può giungere fino a 35 MHz. I picchi di velocità che consente di raggiungere, quindi, sono più elevati, ma la VDSL ha anche uno svantaggio, vale a dire il maggior deterioramento del segnale sulle lunghe distanze. Ad ogni modo, è possibile ovviare a questo problema grazie al vectoring, ossia una tecnica che permette di controllare la trasmissione dei dati, riducendo notevolmente il rumore elettromagnetico, che causa la dissipazione del segnale.

La VDSL è una tecnologia ancora poco diffusa sul territorio italiano e non solo, ma si prevede una crescita della sua diffusione in tempi rapidi.