• Offerte ADSL >
  • Trasloco linea internet e telefono: modalità e costi

Modalità e costi per fare il trasloco della linea internet e telefono

Modalità e costi per fare il trasloco della linea internet e telefono

Scegliere la comodità del trasloco linea internet e telefono, o approfittare delle offerte internet casa riservate alle nuove attivazioni?

È questo il dubbio più comune tra coloro che si trovano nella condizione di dover cambiare casa nell’era digitale, in cui l’accesso alla rete è ormai irrinunciabile, quasi come gli allacci di gas, luce e acqua.

Soddisfatti o meno del proprio fornitore presso la vecchia abitazione, il cambio di casa mette tutti di fronte ad una profonda riflessione che deve prendere in analisi diversi fattori: dai costi da sostenere ai tempi di attesa, fino al tipo di copertura internet disponibile al nuovo indirizzo.

Se inscatolare la vecchia connessione non è possibile, almeno fisicamente, una delle procedure più snelle è sicuramente quella del trasloco linea internet e telefono. Tutti i principali gestori telefonici offrono questa possibilità, attraverso l’area riservata del sito web o con il supporto telefonico del servizio clienti, in quanto consente di trasferire la fornitura in maniera quasi automatica, con costi per il cliente che oscillano in media tra i 60 e i 70 euro. Quando scegliere il trasloco della linea è la soluzione migliore?

  • La nuova abitazione è nello stesso comune e si vuole mantenere il numero di telefono.
  • Non è ancora trascorso il periodo di permanenza minima e/o ci sono dispositivi abbinati.
  • L’offerta sottoscritta è molto vantaggiosa e ci sono gli estremi per mantenerla.

L’ultimo punto dell’elenco è molto importante, in quanto non è sempre possibile mantenere l’offerta sottoscritta nella precedente abitazione, in particolare quando si passa da una zona servita dalle offerte fibra ottica a un’altra con la sola ADSL disponibile, peggio ancora se in wholesale. Prima di richiedere il trasloco, quindi, è bene informarsi sulla copertura del proprio gestore presso la nuova abitazione, per evitare il rischio di performance peggiori e costi mensili più alti, oltre a tempi di attivazione incerti. Quando, allora, il cambio di operatore si può preferire al trasloco?

  • La copertura nella nuova zona di residenza è migliore.

  • La nuova tariffa e gli sconti di benvenuto ripagano i costi di chiusura della vecchia linea.

Infine, un discorso a parte lo meritano le tempistiche. Sia per il trasloco, sia per il cambio di operatore telefonico occorrono in media dai 10 ai 90 giorni per l’attivazione della nuova linea: nel primo caso è possibile ridurre il periodo offline richiedendo la variazione in anticipo, mentre nel secondo basterà inviare la richiesta della disattivazione della vecchia linea e contemporaneamente stipulare il contratto con il nuovo fornitore.